L’ INSALATA GHIACCIATA

lattuga e pomodori con cubetti di ghiaccio

Insalata ghiacciata, è da un po’ che ci penso. Il perchè non ho certo bisogno  di raccontarvelo: benchè io ami il caldo questo Caronte mi sta spezzando le gambe. Voglia di mangiare pochissima, voglia di cucinare ancora meno. Fornelli praticamente off limits.  Restano solo le insalate di verdure e frutta cruda, che nutrono e dissetano senza appesantire.

Ma torniamo all’ insalata ghiacciata di cui parlavo poco fa. Da tempo avevo voglia di provare a preparare un’insalata che fosse più che fredda, un’ insalata ghiacciata, appunto. Un piatto da portare in tavola in giornate torride come queste, scatenando il piacere dei commensali. Ho letto un paio di ricette spagnole (eh, sì, nella Penisola Iberica in estate non si scherza col caldo) che mescolano ingredienti tipici dell’estate come pomodori, cetrioli, zucchine, cipollotti e peperoni tagliati  a pezzettini piccolissimi, li condiscono con vinaigrette  all’aceto di sherry e li portano in tavola in contenitori preventivamente ghiacciati, dopo un’oretta di riposo in frigo.  Facili, le proverò, poi ve le racconterò qui.

Poi, chiacchierando, anzi chattando, con uno degli amici della pagina Facebook di InsalataMente, un simpatico geologo siciliano di nome Egidio, ho scoperto che ricette analoghe si trovano anche nella nostra tradizione gastronomica. A quanto pare un tipo di insalata ghiacciata si prepara in Sicilia, e altro non è che una variante salata delle impareggiabili granite che si preparano in quell’isola.  Egidio mi ha raccontato la ricetta che prepara sua madre  e io ve la passo così come l’ho ricevuta:

Insalata ghiacciata

 

Ingredienti per 2 persone

Mezza cipolla dolce

2 foglie di lattuga

d pomodori

foglie di basilico

“tanto” origano secco

olio extravergine d’oliva

succo fresco di limone (facoltativo)

sale marino

un dito di acqua gelata di ottima qualità

Si riuniscono tutti gli ingedienti in una terrina (pomodori e cipolla affettati,  lattuga a pezzetti), si condisce con olio extravergine, succo di limone (facoltativo) , origano,  sale e acqua (che può essere sostituita da cubetti di ghiaccio), poi si mette tutto in frigorifero per almeno un’ora . Se si omette la lattuga, la permanenza in frigorifero può essere prolungata, altrimenti le foglie avvizziscono.

Può essere servita per pranzo o per  colazione, accompagnata da pane per fare scarpetta con il  delizioso succo che si viene a creare durante la marinatura in  frigorifero.

Egidio mi ha raccontato che sua madre dava loro quest’insalata per colazione, mentre alla sera gli scodellava un’insalata di fagiolini, cipolle, zucchine e patate lesse, condita con olio e aceto. Brava mamma!

Sempre  dal web, dalla Puglia, mi è arrivata un’altra dritta per un’ insalata ghiacciata. In questo caso si tratta di una combinazione di pomodori ciliegini, patate lesse, cetrioli e cipolla rossa, condita con olio extraverine d’oliva, sale, origano e acqua ghiacciata (nella misura di mezzo bicchiere per un’insalata per 4 persone), poi tenuta in frigorifero per almeno un’ora.  Viene chiamata “La cialda” e viene preparata anche in alcune zone della Basilicata. Si serve con fette di pane pugliese per l’imperdibile scarpetta.

lattuga e pomodori con cubetti di ghiaccio

 

 

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*