INSALATA DI PERCOCHE ALL’ALEATICO PASSITO

pesche percoche a spicchi in ciotola bianca su piatto bianco

 

Ogni anno le percoche sono una delle pietre miliari della mia estate. Arriva un momento della bella stagione in cui me le trovo davanti al mercato al supermercato e parte in me un moto di felice compiacimento. Adoro questi frutti che mi confermano che  è estate, è proprio estate. La stagione dell’anno che più amo, anche perchè mi offre ortaggi e frutti straordinari, come appunto le percoche.

Immagino sappiate tutti di che frutti sto parlando, nel caso a qualcuno in questo momento sfuggisse (il caldo gioca brutti scherzi in giorni ) le percoche  (che qualcuno chiama anche pescococche)sono varietà di pesche  a polpa color giallo acceso, coltivate soprattutto nel Sude utilizzate ampiamente dall’industria conserviera per farne frutta sciroppata e succhi. In Campania si prepara una meravigliosa “sangria de noantri” aggiungendo aggiungendo al vino pezzettoni di percoche, e mettendo poi la bevanda in frigo per alcune ore prima del consumo.

A questa tradizione campana (e alla ricetta delle indimenticabili  pesche al vino di mia nonna)  mi sono rifatta per  trasformare in un’insalata di frutta da fine pasto le 6 pesche percoche che ho comprato ieri. In casa c’era una bottiglia di Aleatico passito dell’Elba, uno dei miei vini dolci preferiti. Il gioco è stato presto fatto. Percoche e Aleatico passito, what else per chiudere in dolcezza una torrida domenica sera?

Insalata di percoche all’Aleatico passito

Preparazione: 15 minuti circa

Cottura: 4 minuti circa le pesche e 2 minuti circa il vino

 

Ingredienti per 4 persone

 

6 pesche percoche

2 cucchiai colmi  di zucchero di canna

100 ml di Aleatico passito dell’Elba

1 rametto di foglie di menta

 

Lavate le percoche, poi tuffatele in una pentola di acqua a bollore e fatele scottare er 4 minuti circa. Con una schiumarola toglietele dall’acqua e  passatele sotto un getto d’acqua fredda per fermare la cottura. Sbucciatele, dividetele in due parti, eliminate i noccioli e tagliatele a spicchi che verserete in una terrina. Cospargetele con un cucchiaio di zucchero e lasciate macerare per mezz’ora.

Intanto versate il vino in un pentolino, aggiungete l’altro cucchiaio di zucchero, portate a ebollizione e lasciate cuocere per un paio di minuti. Togliete il pentolino e lasciate intiepidire.  Quando il vino è tipido, irrorate le percoche, mescolate con cura e aggiungete il rametto di menta. Coprite la terrina con della pellicola da cucina e  mettetela in frigorifero per almeno 3 ore. Al momento di portare in tavola togliete il rametto di menta macerato insieme alle percoche.

Servite l’insalata di percoche ben fredda, decorando, a piacere, con foglioline fresche di menta o aggiungendo una manciata di mandorle a lamelle tostate.

pesche percoche a spicchi in ciotola bianca su piatto bianco

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*