QUANTO FREDDA SI SERVE L’ INSALATA?

foglie di lattuga in ciotola quadrata

Quanto fredda  va servita l’ insalata?”. Questa è una domanda che mi sento spesso porre, tanto dal vivo quanto nei messaggi via i canali social di InsalataMente. Fredda? Freddissima? A temperatura ambiente? Diciamo subito che regole scritte non ce ne sono, bisogna affidarsi al buon senso e all’esperienza. E la mia esperienza è questa:

# Le foglie verdi, soprattutto quelle di lattuga iceberg, cappuccio e romana danno il meglio di sé in insalata se arrivano in tavola ben fredde, dal frigorifero. L’insalata va quindi assemblata all’ultimo momento.

# Se nell’insalata di sono le foglie di spinacini è meglio servire il piatto a temperatura ambiente, al massimo leggermente freddo.

# Anche la rucola va servita a temperatura ambiente, solo in questo modo può regalare veramente all’insalata le sue note aromatiche.

# Le insalate di pomodori vanno servite appena appena fredde. 5 minuti di frigorifero (non di più) prima di essere portate in tavola sono il tocco magico per questo tipo di insalata. Non bisogna andare oltre i 5 minuti pena perdere il profumo e il sapore rotondo degli ortaggi estivi per eccellenza.

# Fredde devono essere anche le insalate con avocado: la bassa temperatura mantiene compatta la polpa del frutto.

# Le insalate di verdure grigliate alle erbe vanno servite a temperatura ambiente (dopo la marinatura nel condimento), in questo modo assorbono e restituiscosono l’aroma delle erbe nel modo migliore.

# Le insalate di carote vanno portate in tavola ben fredde quando si tratta di preparazioni a base di carote crude, a temperatura ambiente quando le carote sono cotte (per esempio nel caso delle insalate di carote della tradizione mediorientale).

# Le insalate di patate vanno servite ben fredde, soprattutto se per il condimento viene utilizzata la maionese (in questo caso non è solo un fatto di sapore ma anche di sicurezza igienica della preparazione). Almeno due ore di frigorifero (meglio se una notte intera) sono il tempo necessario per portare l’insalata di patate alla temperatura ottimale. Il piatto va tolto dal frigorifero 5 minuti prima di essere portate in tavola.

# Le insalate con frutta (a meno che non si tratti di frutta che è stata preventivamente grigliata o rosolata) vanno servite fredde. Il profumo del frutto torna a farsi sentire in tutta la sua pienezza dopo pochi minuti a contatto con l’ariafoglie di lattuga in ciotola quadrata.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*