COME PREPARARE LA CREMA DI BALSAMICO

crema di balsamico

Per via del mio continuo “pendolare” tra la casa tedesca e quella toscana mi capita spesso di trovarmi senza questo o quell’ingrediente per le mie insalate. Saranno gli anni che passano, sarà che di mio sono un po’ svampita, fatto sta che le mie certezze su quello che c’è in dispensa sono frequentemente demolite dalla presa di coscienza della realtà delle cose. Se l’extravergine di qualità, gli aceti (di vino rosso, bianco, mele balsamico oltre a qualche aceto particolare come quello spagnolo di sherry) non mancano mai in nessuna delle due parti, altri ingredienti come il sale Maldon, il pepe rosa, gli olii aromatizzati e certi semi sul più bello della preparazione di un’insalata sono nella dispensa lontana da me. Di necessità virtù, come dice il proverbio, ho imparato ad arrangiarmi “in qualche modo” all’ultimo momento. Sostituendo, come è ovvio, gli ingredienti o preparandoli da me quando è possibile.

Il giorno di Pasqua – ovviamente quando tutti i negozi erano chiusi – mi sono trovata con qualcosa che mi mancava: la crema di balsamico che volevo distribuire su un’insalata di lattuga iceberg e fragole. Non mi sono persa d’animo e l’ho preparata in quattro e quattr’otto, con una ricetta che mi ha passato un’amica anni fa e che ho conservato tra le pagine di un vecchio ricettario. Eccola qua: non ha nulla da invidiare a quelle che si trovano in commercio già pronte o che vi trovate a mo’ di ghirigoro sul piatto di tanti ristoranti. Usatela (con parsimonia, senza affogare le preparazioni!) su insalate di foglie verdi, di verdure cotte e di patate lesse, ma sappiate che  il meglio di sé lo dà sulle insalate con fragole, con l’aggiunta di lamelle/scaglie di Parmigiano Reggiano.

CREMA DI BALSAMICO

Ingredienti

250 ml di aceto balsamico
250 ml di vino rosso
70 ml di zucchero di canna o di miele

 

Versate l’aceto, il vino e lo zucchero in una casseruola con fondo antiaderente, mettetela sul fuoco e portate il liquido a ebollizione, poi abbassate la fiamma al minimo e continuate la cottura fino a che il liquido si è ridotto della metà. A questo punto mettete a raffreddare, poi versate la crema così ottenuta in un contenitore con beccuccio che vi permetterà di decorare le vostre insalate.

Per una crema più densa, potete aggiungere a filo, nella fase dell’ebollizione, un composto preparato con un  cucchiaio scarso di fecola ben diluito in una tazzina di acqua fredda.

crema di balsamico

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*