L’ INSALATA TIEPIDA DI RADICI È LIGHT E PROFUMATA

insalata di carote e barbabietola su piatto verde

barbabietola, carota e pastinache su tagliere di legno

E’ cominciato tutto così, da un pacchetto di “radici” miste trovato nel reparto ortofrutta di un Lidl. Il marketing qui in Germania è agguerritissimo,ve l’ho già raccontato, e non disdegna neppure questo settore. Quello della frutta e verdura, intendo. Confezioni intriganti, mix interessanti che sconfinano nel settore dei prodotti-servizio…si trova un po’ di tutto che fa venir la voglia di comprare la freschezza. Non che la cosa mi dispiaccia, ma la mia cultura italiana mi ancora ancora (scusate il gioco di parole) all’immagine dell’ortolano con frutta e verdura disposte ordinatamente, e null’altro. Mi abituerò, ci abitueremo (perché sono sicura che prima o poi anche da noi le cose prenderanno la stessa piega).
Comunque, tornando a queste radici, ho trovato il bel pacco di ortaggi misti a un prezzo molto interessante, come è nella filosofia del colosso tedesco del discount. Intorno a 1,50 euro, se non ricordo male, per 1 kg di carote, pastinaca e barbabietola da cuocere. Me lo sono portata a casa e subito è iniziato il dilemma: adesso cosa ne faccio? Un conto è comprare, un conto è aver subito un’idea di utilizzo. Mentre mio marito sottraeva una grossa carota per sgranocchiarsela davanti al televisore, ho pensato che è da un po’ di tempo che non vi propongo un’insalata tiepida, uno di quei piatti che in questa stagione ci stanno benissimo. E ho pensato anche che dobbiamo rimanere un po’ sul light per continuare a smaltire i chili accumulati durante le feste di fine d’anno. Così è nata questa ricetta, che, credo, piacerà anche a chi  non è a dieta.

 

insalata di carote e barbabietola su piatto verde

INSALATA TIEPIDA DI RADICI ALL’ARANCIA

 

1 kg di radici miste (carote, pastinaca, barbabietola*, ecc)
Il succo di un’arancia
1 cucchiaio di succo fresco di limone
½ cucchiaio di buccia d’arancia grattugiata (non trattata)
2 cucchiai di miele liquido (io ho usato miele di rosmarino)
Un paio di rametti di timo (o 1 cucchiaio di timo essiccato)
Olio extravergine d’oliva
Peperoncino in polvere
Sale e pepe nero macinato al momento

Scaldate il forno a 200°.
Sbucciate la barbabietola, (o le barbabietole se ne avete più di una), tagliatela a cubetti che sbianchirete in acqua bollente per 5 minuti, poi scolateli e fateli sgocciolare per bene in uno scolapasta. Intanto pelate le altre radici, lavatele e tagliatele pure a cubetti. Preparate la marinata emulsionando il succo d’arancia con 3 cucchiai d’olio, il miele, un pizzicone di peperoncino, le foglioline di timo, e la buccia d’arancia. Mettete a marinare tutte le radici per 10 minuti poi versatele in una pirofila, salate, pepate e mescolate con cura. Infornate per un’ora circa, mescolando a metà cottura. Le radici devono iniziare ad assumere un colore dorato.
Togliete dal forno e lasciate intiepidire. Prima di portare in tavola spruzzate con il succo di limone, aggiustate di sale e mescolate con cura.

*La barbabietola deve essere cruda, quindi non quelle che si trovano già  sbucciate e impacchettate .

Insalata di carote, barbabietola e pastinaca su piatto verde

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*