Lattughe, indivie & C., come prepararle all’uso

Nella foto si vedono delle foglie di lattuga in due scolapasta su un tavolo in giardino

Se non si dispone di un proprio orto per l’approvvigionamento di foglie da insalata, al momento dell’acquisto delle stesse bisogna  prestare attenzione ai cespi o ai mazzi che vengono offerti.  Le foglie devono essere  ben turgide, verde brillante (o bianco luminoso, nel caso delle indivie), prive di macchie, marciumi,  o eccessive smangiature di insetti.

Una volta tornati a casa, vanno pulite e preparate all’uso senza indugiare troppo:  lasciate nell’apposito cassetto del frigorifero cominciano subito a perdere freschezza.  Nel caso delle lattughe e delle cicorie  vanno eliminate le foglie più esterne, più dure, più rovinate e più sporche di terra. Nel caso di coltivazioni non biologiche sono anche  quelle che hanno raccolto maggiormente i  trattamenti antiparassitari. Sfogliati i cespi, o eliminate le radichette del songino , o i gambi più lunghi della rucola, le foglie intere vanno lavate  più volte in acqua corrente, fino a quando si sono eliminate completamente le tracce di terra ancora presenti. Buona regola è aggiungere un cucchiaio di bicarbonato all’acqua per il lavaggio, permette di rimuovere una quantità maggiore di impurità e residui rimasti sulle foglie. È bene non spezzettare o tagliare le foglie prima del lavaggio per evitare che vadano dissolti nell’acqua importanti elementi nutritivi.

Dopo il lavaggio le foglie vanno asciugate a fondo. Le apposite centrifughe eliminano  il grosso delle tracce d’acqua, ma le foglie vanno poi stese su un canovaccio pulito fino a che è completata l’asciugatura.

Quando sono completamente asciutte, le foglie non immediatamente utilizzate vanno avvolte in un canovaccio pulito (va benissimo anche un asciugamano di spugna!) e conservate nell’apposito cassetto del frigorifero.

Al momento della preparazione dell’insalata, tutte le foglie verdi grandi, come quelle delle lattughe cappuccio e della scarola, vanno spezzettate, creando dei lembi a misura di boccone,  con le mani. Non va mai utilizzato un coltello. Unica eccezione, la lattuga iceberg, che può essere tagliata a striscioline sottili con un coltello. Le foglie piccole, come i lattughini e il songino, vanno lasciati interi.

Insalata lavata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*