Quattro albicocche che non sapevano di nulla…

Ho una gran tosse. Non ho capito se è colpa dei continui cambiamenti di tempo (un giorno 24° e sole estivo e quello successivo 12° con pioggia e vento) o del lungo viaggio in aereo da Buenos Aires. Fatto sta che mi ritrovo con una tosse esagerata. Oggi, quindi, non avevo nessuna voglia di andare per mercati e, tantomeno, per supermercati. Per cui stasera ho messo insieme un’insalata con quello che c’era nel frigo. “Quello che passa il convento”, avrebbe detto mia madre. E nel frigo (o nella

dispensa del convento) c’era un cespo di lattuga iceberg (ne tengo sempre uno per le emergenze, visto che si conserva più a lungo delle altre lattughe) e quattro albicocche che non sapevano di nulla, frutto di un acquisto sconsiderato all’insegna della primavera (mai farsi fregare dalle prime albicocche che si vedono in giro sui banchi di vendita…). 
Ecco il piacevole risultato:

Insalata con albicocche grigliate e pistacchi

 

Per due persone


1/2 cespo di lattuga iceberg
4 albicocche
1 cipollotto fresco (facoltativo)
2 cucchiai di granella di pistacchi*
olio extravergine di oliva
aceto di sherry (o di vino rosso invecchiato)
miele (sceglierne uno molto liquido)
sale e pepe nero macinato al momento

Tagliate la lattuga a striscioline sottili, lavatela e asciugatela con cura. Lavate le albicocche, asciugatele, dividetele in due parti eliminando il nocciolo e grigliatele su piastra calda per un paio di minuti, in ultimo aggiungete un pizzico di zucchero sulla parte interna (quella della polpa). Toglietele dal fuoco e mettetele su un piatto a raffreddare. Versate la lattuga  in un’insalatiera, aggiungete il cipollotto tagliato ad anelli sottili e le albicocche ormai fredde. Preparate il condimento emulsionando 3 cucchiai di olio, 1 cucchiaio di aceto, 1 cucchiaio abbondante di miele, una presa di sale e una bella spolverata di pepe. Versate il condimento sull’insalata, aggiungete la granella di pistacchi e

mescolate con cura. Portate subito in tavola.

 
E godetevela, se potete, con un sottofondo di musica come quello che ho avuto io: il cd di swing porteño che ho comprato al mercato di San Telmo dai due artisti da strada Elio Gerardi e Nelson Piazza. Per ascoltarli, cliccate qui.

 * La granella di pistacchi si trova facilmente tra i prodotti per pasticceria, anche casalinga. 




1 Commento

  1. Vivrei d’insalate!
    Ciao Sono GiuseB di profumoditimo.altervista.org, come te in settimana ho ricevuto il Very Inspiring Blogger Award da Mari ed ho pensato di passare a trovarti. Sei bravissima. Mi sono registrata al tuo blog che ho trovato molto interessante. Conlimenti.
    Passa a trovarmi, se ti va.
    A presto.
    GiuseB

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*