Miele d’eucalipto & aglio rosso per l’insalata di carote "non banale "

Rientrata a pieno ritmo nel quotidiano bavarese, tra giornate di pioggia a 13° gradi (ieri) e altre estive a 24° (oggi). Roba da matti. Ho deciso che  quest’anno non farò l’odiosissimo cambio di stagione. Si pescherà dagli armadi quello che serve, creando un guardaroba fusion.

Buenos Aires è ormai solo un ricordo, un bel ricordo, corroborato dall’utilizzo di cose e informazioni acquisite là. Per esempio, il

barattolo di miele d’eucalipto e aglio rosso che ho comprato nell’eccitante Feria de Mataderos. Come avevo immaginato, è un alleato ideale per la preparazione di tante insalate. Il composto, perfettamente omogeneo, assicura stabilità e sapore alle emulsioni dei condimenti, evitando la presenza di pezzettini d’aglio che a non tutti sono graditi. Il gusto dell’aglio rosso, poi, non è predominante su quello del miele. A dispetto dell’essere un prodotto artigianale è perfettamente calibrato nelle proporzioni. Peccato da noi non si trovi

nulla del genere (in realtà non si trovano tantissime cose utili alla preparazione di una buona insalata, ma questo è un altro discorso…).
Ieri l’ho utilizzato per una semplicissima un’insalata di carote a julienne (sì, proprio quelle, tanto comode, che si trovano in busta al supermercato). Per una busta da 250 g ne ho usato un cucchiaino da tè abbondante, ritengo l’equivalente di un cucchiaino da tè di miele e un terzo di uno spicchio d’aglio. 

Ho condito le carote con:

1 cucchiaino di composto di miele e aglio
3 cucchiai di extravergine  ligure
1 cucchiaiio abbondante di succo fresco di limone
1 cucchiaino da tè di senape delicata
1 cucchiaio di prezzemolo fresco tritato
sale e pepe nero macinato al momento

Il risultato? Gradevolissimo. Le “banali” carote in busta sono diventate un contorno con un bello sprint. Ovviamente, la ricetta può essere replicata senza dover andare a Buenos Aires a fare shopping, tritando finemente l’aglio e amalgamandolo al miele qualche ora prima di preparare l’insalata.

1 Commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*