Dressing per Caesar salad,tra preconfezionato e "fai da te"


In genere non amo le salse pronte per condire l’insalata. Non tanto perché  a priori trovi che non siano buone, lungi da me tali fanatismi da gastrofighetta, ma perché spesso le trovo troppo dense e, soprattutto, troppo banali come gusto. Mi piacere lavorare sui condimenti sperimentando sempre ingredienti e abbinamenti nuovi, per cui il trovarmi un condimento preconfezionato tra le mani in genere mi fa arricciare il naso.
Comunque ho voluto provare la salsa per Caesar salad   a marchio Cardini, che i miei figli mi hanno portato al ritorno da New York. Non male, devo ammettere, molto meglio di tutte le salsine  da insalata  che normalmente si trovano nei nostri supermercati. Cesare Cardini, per chi non lo sapesse, è il ristoratore e chef  italiano emigrato in America  che,  negli anni Venti, nel periodo del proibizionismo, inventò la Caesar Salad per coccolare il palato dei clienti del suo ristorante a Tijuana  (dove poteva eludere le rigide regole imposte negli Stati Uniti) partendo da ingredienti tipicamente italiani. A partire dal 1935  lui stesso, trasferitosi a Los Angeles, iniziò la produzione su scala industriale del condimento da lui creato. E credo che la bottiglia che mi è arrivata dagli USA  derivi da quell’iniziativa imprenditoriale (ora chissà in che mani).
Ho “allungato” la salsa  con  un po’ di succo fresco di limone e un cucchiaio d’acqua. Il risultato è stato perfetto per una Caesar salad  in versione “mare” con code di gambero, crostini e qualche lamella di parmigiano.
Visto che stiamo parlando di Caesar salad, e visto che  mi viene spesso chiesta da chi legge questo blog e dagli amici della pagina facebook del blog (InsalataMente.it, la conoscete?) ecco la mia ricetta della salsa per il condimento della Caesar salad.
Dressing per Caesar salad
Dose per condire un’insalata per 4 persone
6 cucchiai di olio extravergine d’oliva
1 cucchiaio   e ½ di maionese (va benissimo quella più leggera)
½ cucchiaio  (abbondante) di senape
½  cucchiaio di aceto di vino bianco
qualche schizzo di salsa Worcester
1 spicchio d’aglio tritato molto finemente
1 cucchiaio (scarso)  di succo fresco di limone  
1 filetto  di acciuga sott’olio tritato finemente (facoltativo)
sale e pepe nero
Amalgamate con cura l’aglio, la senape, una presa di sale e l’aceto. Aggiungete la maionese, mescolate bene, e poi l’olio a filo. In ultimo unite il succo di limone, una presa di  sale e una spolverata di pepe. Potete frullare tutto con un frullatore ad immersione, facendo attenzione all’aggiunta dell’olio a filo. Se decidete di usarlo (nella ricetta originale c’è), unite il filetto d’acciuga come ultima cosa, quando la salsa è già formata.  

1 Commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*