Nell’insalatiera di Giovanni Pascoli


XVI
O VANO SOGNO
Al camino, ove scoppia la mortella
tra la stipa, o ch’io sogno, o veglio teco:
mangio teco radicchio e pimpinella.
Al soffiar delle raffiche sonanti,
l’aulente fieno sul forcon m’arreco,
e visito i miei dolci ruminanti:
poi salgo, e teco – O vano sogno! Quando
nella macchia fiorisce il pan porcino,
lo scolaro i suoi divi ozi lasciando
spolvera il badïale calepino:
chioccola il merlo, fischia il beccaccino;
anch’io torno a cantare in mio latino.
Giovanni Pascoli, Myricae –L’ultima passeggiata.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*