Un’altra insalata bestseller?


Quasi  600 (seicento). Sissignori, su questo blog siamo arrivati a quasi 600 ricette di insalate. Mica poche, credo. E ho notato una cosa: i bestseller (passatemi il termine, intendo le insalate che poi sembrano conquistare maggiormente il favore dei lettori)  sono sempre le  insalate di patate.  Non so perché, ma è così. Siamo un popolo di patatofili, altro che storie. Così oggi torno con un’insalata di questo tipo, un piatto tanto estivo, quando può costituire l’unica portata, quanto per la brutta stagione, quando può diventare il saporito contorno di un piatto di carne. Questa volte le patate le ho vestite di verde…
Insalata di patate in abito verde
Per due persone
3 patate lesse piuttosto grosse
un cuore di sedano con le foglie
2 cucchiai di olive verdi
olio extravergine d’oliva  
aceto di Pinot grigio
senape delicata
sale e pepe nero macinato al momento
Pelate le patate  mentre  sono ancora calde  e tagliatele  a pezzetti non troppo grossi,  che verserete in un’insalatiera, irrorandoli con un filo d’olio. Lasciateli raffreddare. Intanto mondate il sedano eliminando eventuali fili dalle coste, lavatelo, asciugatelo e tagliatelo a rondelle, mantenendo le foglie intere.  Unite  il sedano e le olive snocciolate e tagliate a rondelle alle patate,  tenendo da parte qualche fogliolina di sedano per decorare. Preparate il condimento emulsionando  3 cucchiai d’olio, 1  cucchiaio d’aceto , un cucchiaino da tè  di senape, una presa di sale e una spolverata di pepe. Versate la vinaigrette ottenuta sull’insalata di patate  e mescolate. Mettete in frigorifero per almeno 3 ore (meglio se per tutta la notte). Servite su piatti individuali, decorando con le  foglioline di sedano. 

1 Commento

  1. ti ho scoperta da poco, ma sto leggendo tutte le ricette, complimenti! anche io adoro i ceci e anche a me da piccola non mi ispiravano tanto, forse per via di una pasta e ceci in forma di brodaglia che mia mamma ogni tanto ci metteva in tavola…

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*