L’INSALATA È POLITICALLY CORRECT?

copertina del libro pomodori sull'orlo di una crisi di nervi
Fresco fresco dalla mia casella email, il comunicato stampa di un libro che porta una ventata d’aria nuova in cucina:   
Pomodori sull’orlo di una crisi di nervi – La vera cucina gay italiana, con le ricette di Stefano Chiara (Cairo, pp 144, euro 14,90) .
Ve lo passo così com’è:

“I gay cucinano o mangiano diversamente dagli eterosessuali? Naturalmente no, ma proprio da questo paradosso nasce l’idea di questo libro, il primo manuale gay che spiega come cucinare qualcosa di decente al proprio fidanzato, alla mamma di lui, alla vostra, agli amici che vi trovate in casa. Alessandro Fullin, da anni chef teatrale e letterario ironico e pungente, si allea con l’esperto di padelle Stefano Chiara per realizzare questo prezioso ricettario, con piatti assolutamente sperimentati, ma riletti in chiave camp e surreale. Bastano alcuni titoli per capire a quali vette può arrivare la cucina gay italiana: Coscette di pollo alla Kessler,    Dieta Garbo, Banana Soraya, Invidia di piselli… E per non perdersi tra un Tacchino in foulard e una Faraona d’Egitto, un utile indice per distinguere un Piatto della Mamma da uno Per sedurre Lui, senza dimenticare i cocktail e una preziosa appendice con la ricetta dei biscotti per il chihuahua. Un nuovo modo quindi per trovarsi a tavola insieme a persone di ogni razza e sesso, gay, etero e metrosexual: che sia questo il prossimo traguardo della cucina «fusion»?”
Appena avrò una copia  del libro tra le mani vi racconterò le ricette che che possono interessare i lettori di questo blog, gay, etero e metrosexual che siano. E non vi nascondo che  mi  diverte l’idea di scoprire se l’insalata è politically correct…

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*