INSALATA DI CANNELLINI, RUCOLA E CULATELLO

Se amate la carne e i salumi, quest’insalata con il culatello fa al caso vostro. Scommetto che già a guardarla nella foto vi fa venire l’acquolina in bocca!  Il tipico salume dop prodotto in provincia di Parma, infatti, è uno degli ingredienti più golosi che si possano utilizzare per un’insalata con carne.  Il suo sapore dolce e delicato si sposa magnificamente con elementi dal gusto più deciso,dominante,  ad esempio la rucola selvatica che ho usato per questo piatto. Il connubio culatello – cannellini, poi, è da standing ovation. Un omaggio alla grande tradizione gastronomica italiana che con ingredienti semplici e genuini riesce a creare piatti di grande pregio.

Una curiosità: se vi capita di essere in zona Parma a fine maggio, non perdetevi,  a Zibello, la Festa del Culatello.  Io ci sono stata un paio di volte e mi è piaciuta molto. Non è la solita sagra dove si mangia, si balla e finisce lì, ma una festa popolare ben organizzata che permette di imparare ad apprezzare con competenza le caratteristiche uniche di quello che viene chiamato “Re dei salumi”.

 

Insalata di cannellini, rucola e culatello

Preparazione: 10 minuti

Cottura: –

 

Ingredienti per 2 persone

fagioli cannellini lessati 250 g

una manciata di rucola selvatica

10 olive nere denocciolate

culatello di Zibello  a fettine 80 g

olio extravergine d’oliva

aceto di vino bianco

miele d’acacia

sale e pepe nero

 

Sciacquate i cannellini e asciugateli con delicatezza tamponandoli con un foglio di carta da cucina. Mondate la rucola eliminando i gambi, poi lavatela, asciugatela e versatela in una terrina insieme ai cannellini e alle olive, dopo averla spezzettata. Preparate il condimento emulsionando 3 cucchiai di olio, 1 cucchiaio (scarso) di aceto, un cucchiaino da caffè di miele, una presa di sale e una  spolverata di pepe. Versate il condimento sull’insalata e mescolate a lungo con delicatezza, poi trasferitela  su un piatto di portata fondo e aggiungete le fettine di culatello. Servite subito.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*