INSALATA DI ASPARAGI TRICOLORI, CON FRAGOLE

insalata di asparagi e fragole

Siamo nel pieno della stagione degli asparagi, ortaggi saporiti che ci aiutano a mantenerci in forma. Quest’alimento che ci arriva dalla natura ha, infatti, effetti diuretici, disintossica e aiuta a contrastare la cellulite. E, secondo studi recenti, avrebbe anche una buona funzione antidepressiva. I motivi per farne gli ingredienti principe per le insalate di questo periodo dell’anno non mancano, dunque. Oggi vi consiglio di abbinarli a un altro ingrediente che non può mancare sulle nostre tavole in questi mesi:  le fragole. Credetemi,  la combinazione è fantastica per il palato, ma anche per gli occhi. A proposito, per quest’insalata di asparagi ho utilizzato turioni di tre colori, verdi, bianchi e violetti, per rendere ancora più intrigante il piatto, l’effetto “wow” dei commensali è garantito!

 

INSALATA DI ASPARAGI TRICOLORI,

CON FRAGOLE

 

Ingredienti per due persone

6 asparagi verdi

6 asparagi violetti

6 asparagi bianchi

6 fragole

un pugno di rucola

½ cipollotto fresco

miele al limone

1 cucchiaio di succo  fresco d’arancia

1 cucchiaio di aceto di mele

olio extravergine d’oliva  delicato

sale e pepe nero

 

Pulite gli asparagi eliminando la parte legnosa, poi cuoceteli a vapore, scolandoli quando sono ancora croccanti,infine tuffateli  in una bacinella di acqua ghiacciata per mantenere brillante il loro colore. Levateli  dall’acqua utilizzando  un mestolo forato e stendeteli su un canovaccio pulito ad asciugare.

Intanto mondate la rucola, eliminando i gambi, poi  lavatela e asciugatela. Mondate il cipollotto e tagliatelo ad anelli sottilissimi. Tagliate a tocchetti gli asparagi, mantenendo più  lunga la parte delle punte e versateli in una  terrina. Aggiungete la rucola e il cipollotto. Preparate il condimento emulsionando 3 cucchiai di olio, il succo d’arancia, l’aceto, il miele, una presa di sale e pepe a piacere macinato fresco al momento. Versate la vinaigrette ottenuta sull’insalata di asparagi, mescolate con delicatezza e portate in tavola.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*