Gatto, olio e aceto in versi

Per la verde lattuga trasparente,
fresca la foglia aperta al suo ventaglio,
c’è quest’olio di luce, queste mente
di poggio e dal suo tartaro fiorita
la viola d’aceto, spicca l’aglio.
Il carciofo nell’indaco s’abbruna
Al suo verde di panno e di laguna.
Rosso il radicchio a prendere s’avvita
Nel suo cespo croccante. È la tua tavola,
un giorno che riposa –nel nome di ogni cosa.
Ed è quasi una favola.
Alfonso Gatto, Olio e aceto, Rime di viaggio per la terra dipinta (Mondadori)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*