La parola del giorno: orang-utan

-45

André Chiang

André Chiang, 35enne chef del famoso ristorante André a Singapore (incluso nella graduatoria San Pellegrino dei 100 ristoranti del mondo) ha creato un’insalata davvero molto particolare, in edizione limitata, per contribuire a richiamare l’attenzione pubblica sul problema della deforestazione e dei conseguenti rischi per i grandi primati di veder scomparire il loro habitat naturale. L’insalata, parte del progetto Rainforest Kitchen di  Chiang, avrà tra gli ingredienti alcune piante che gli orang-utan amano particolarmente, come felci, funghi arborei, fichi selvatici, bacche, foglie d’orchidea… La speranza del famoso chef è che i clienti, degustando il piatto, dedichino qualche minuto a pensare agli animali che lo hanno ispirato e a come l’ambiente in cui vivono viene distrutto, giorno dopo giorno. Il ristorante si assicurerà gli ingredienti necessari per il piatto dedicato agli orang-utan dagli abitanti di Sintang, un paese nel Borneo, augurandosi che gli stessi possano rendersi conto dei profitti che potrebbero derivare dal mantenere intatto l’habitat foresta anziché distruggerlo. L’insalata “pro orang-utan” sarà sul menu dell’André da marzo, ma sono già aperte le prenotazioni per chi vule assicurarsene un piatto.

La mia insalata di oggi è molto meno esotica

Insalata di carote  allo yogurt

Per due persone

carote tagliate a julienne  180 g

1/2 cipollotto piccolo tritato finemente

2 cucchiai di yogurt magro

2 cucchiai di maionese light

½ cucchiaio di succo di limone fresco

1 cucchiaino  da tè di senape

sale e pepe nero in grani

 

Mettete  le carote e il cipollotto tritato in un’insalatiera.  Preparate il condimento emulsionando in una ciotolina lo yogurt, la maionese, il succo di limone,  la senape, una presa di sale e una bella spolverata di pepe macinato al momento. Versate il condimento sulle carote  e mescolate con cura. Mettete in frigorifero per  almeno un’ora prima di portare in tavola.

Insalata di carote allo yogurt

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*