La parola del giorno: Grammaticus

-145
Grammaticus. Ieri ,  con alcuni  avventori di quella osteria virtuale che è Facebook (la definizione non è mia, ma dell’arguto Augusto Lana , uno che di vini  -e quindi di osterie – se ne intende sul serio) , abbiamo giocato a trovare altri riferimenti letterari per l’insalata, oltre a quello del Paolino Insalata rodariano. E  lì , grazie a Riccardo Guardabasso (fotografo glamour , golfista e gourmet) è venuta  fuori un’altra situazione che avevo mancato clamorosamente. Sto proprio perdendo colpi.Sarà colpa del caldo, dello stress o degli anni che avanzano? Fatto sta che ancora una volta nelle pieghe  recondite della mia mente era finito un altro grande  classico del  famoso  autore per ragazzi di Omegna: la gustosa ricetta vegetariana  in versi con finale educativo,  articolata proprio sul  piatto oggetto di questo blog.

L’insalata sbagliata




Il professor Grammaticus
entrò nel ristorante
e ordinò al cameriere
un’insalata abbondante:

– Metteteci l’indivia,
la lattuga, la riccetta,
il sedano, la cicoria,
due foglie di rughetta,

un mezzo pomodoro,
cipolla se ce n’è:
portate l’olio e il sale,
la condirò da me.

E il bravo professore,
con la forchetta in mano,
si accingeva a gustare
il pranzo vegetariano.

Ma tutta la sua delizia
fin dal primo boccone
si mutò in una smorfia
di disperazione.     

Guardò meglio nell’ampolla
dell’olio e inorridì:
gli avevano servito
un “OGLIO” con la “g”!

Offeso e disgustato
fuggì dalla trattoria:
sono un pessimo condimento
gli errori di ortografia.

(Gianni Rodari Il libro degli errori, Einaudi 1964)

La mia insalata di oggi è tutt’altro che  vegetariana (ma non bistratta l’oliera).

Insalata di riso alla  marinara (ricetta veloce)

Per due persone

 

riso parboiled  per insalate 180 g

insalata di mare pronta (scampi, totani, cozze…) 250 g

salmone affumicato  tagliato a listarelle 80 g

un limone

un mazzetto di aneto

olio extravergine di oliva

sale

pepe affumicato

 

 

Lessate il riso in abbondante acqua bollente salata secondo il tempo indicato sulla confezione, poi scolatelo, raffreddatelo sotto un getto d’acqua corrente, sgocciolatelo bene  e versatelo in un’insalatiera condendolo con un cucchiaio di olio. Intanto mettete in una terrina l’insalata di mare sgocciolata  e  il salmone,condite con due cucchiai di olio,  due di succo di limone, le foglie di aneto spezzettate grossolanamente, sale e pepe macinato al momento. Lasciate marinare per 30 minuti, poi aggiungete il pesce al riso, condite con un’emulsione preparata con un cucchiaio di olio, uno di succo di limone , sale e pepe.  Mescolate bene e tenete  in frigorifero per un’ora prima di servire.

 

Insalata di riso alla marinara (ricetta veloce)

1 Commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*