La parola del giorno: quattordici

…dopo cena

-149

Quattordici (agg.num.card). tante erano le persone che ho messo a tavola stasera, sotto una stellata emozionante e consolatoria issatasi su un tramonto mozzafiato. Tre diverse  insalate di pasta, una  di cetrioli (come avrei potuto evitarlo?), panzanelle fritte magistralmente dall’Artura, prosciutto toscano, due torte salate portate dalla mia amica Lella (che buona quella di porri!) una bavarese alla frutta e uno degli irresistibili  cornettoni farciti con crema chantilly e frutta della Pasticceria Gherardi. Prosecco, vermentino toscano  e malvasia col dessert. Una gran bella serata, una di quelle serate estive di cui ti porti dietro il ricordo nei mesi freddi, illuminata da lanterne e candele. Allegria, chiacchiere, l’articolo su Io Donna con foto della galleria di Carla  a Pietrasanta, le vigne di Bruno a Narbonne, il nipote di Melly che lotta con i compiti delle vacanze, le smanie viareggine per il carnevale, le migliori pasticcerie  della Versilia, il macellaio Michelangelo che è un artista della bistecca… Ora c’è  una cinquantina di bicchieri da lavare. Ma anche questo fa parte del piacere della serata, il lavaggio dei bicchieri di cristallo commentando questa o quella cosa detta durante la cena, questo o quel piatto (la prossima volta potresti aggiungere una punta di curry…io non avrei messo il coriandolo…).

 

Come amuse bouche  avevo preparato l’insalata di patate al limone e menta.  Mi sembra sia piaciuta. A chi legge questo post, invece, propongo un’altra versione di questo tipo di insalata.

 

Insalata di patate alle erbe

Per due persone

4 patate piuttosto grosse

un mazzo di  erbe aromatiche miste  (aneto, prezzemolo, basilico, menta…)

olio extravergine di oliva

vino bianco secco

sale e pepe

 

Lessate le patate in acqua bollente salata  per 30/35 minuti . Sbucciatele mentre  sono  ben calde, poi tagliatele e pezzi e mettetele in un’insalatiera a raffreddate. Intanto pulite le erbe con un pezzo di carta da cucina inumidito e tritatele grossolanamente. Mettete il trito in una ciotolina con 3 cucchiai di olio e lasciate marinare per una decina di minuti. Poi aggiungete 2 cucchiai di vino bianco, sale e pepe macinato al momento,  e sbattete bene con una forchetta. Condite  le patate con la salsina ottenuta e attendete un quarto d’ora prima di servire.

Insalata di patate alle erbe

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*