La parola del giorno: filosofo

-160

Filosofo (s.m.). Edoardo, 8 anni, nipote dei vicini di casa, è il mio aiutante per i lavori nell’orto. Ogni mattina viene al cancello a chiedermi se c’è qualcosa da fare. In realtà il suo “fare” significa solo raccogliere. È un raccoglitore semiprofessionista.  Ma solo di pomodori e cipolle. Gli altri ortaggi richiedono di lavorare  piegandosi  e il mio aiutante si preoccupa del “mal di schiena che potrebbe avere in futuro”, per cui fagiolini, fagioli, bietole, peperoni e melanzane toccano a me. Mentre si dà da fare sfarfallando  da un lato all’altro  dell’orto,   Edoardo filosofeggia. Ora su temi ecologici (gli insetti sì che se ne intendono: loro scelgono solo i frutti buoni  della natura per fare la loro casa), ora  su argomenti letterari (Harry Potter è un mago vero perché non è solo scritto in un libro ma è  anche vivo in un film, quella è magia vera…), ora sulla vita in generale. Oggi ha distrutto tutte le mie certezze dicendomi –mentre mi dedicavo a pulire le piante di fagiolini- che “non bisogna pensare troppo. Chi pensa troppo fa male, perché se si pensa non si fa. I soldati, per esempio, se quando sono in guerra stanno lì a pensare cosa fare , anziché fare loro qualcosa, ecco che si ritrovano morti. Se tu pensi, non fai”. Mi sa che dovrò mettere il cervello in un colapasta e far sgrondare i pensieri in eccesso. Altrimenti, secondo la filosofia eoardiana, non riuscirò a concludere molto negli anni che ho davanti. E  ora non fatemi pensare a tutte le occasioni che ho perso per il troppo pensare…

Stamattina pioggia. Il resto della giornata è stato  uggioso, da vivere con una felpina addosso. L’estate pare essere finita da un’altra parte, speriamo ce la riportino.
L’insalata è intonata con la giornata:

Insalata (quasi) autunnale

Per due persone

lattuga 150 g
funghi misti sott’olio 60 g
fontina 100 g
un cucchaio di prezzemolo tritato (fresco o surgelato)
olio extravergine di oliva
aceto bianco stravecchio
sale e pepe nero

Mondate la lattuga, lavatela, asciugatela e spezzettatela in un’insalatiera (o in due ciotole individuali, come ho fatto io). Aggiungete la fontina tagliata a dadini, i funghi sgocciolati e tagliati  a pezzetti e il prezzemolo. Condite con un’emulsione preparata con 2 cucchiai di olio, uno di aceto, sale e pepe  macinato al momento.Portate subito in tavola.

Consiglio:  quest’insalata  si accompagna bene con fette di polenta fritta.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*