La parola del giorno: agaphantus

 

-177

Agapanthus (n.bot.). Ogni anno ho una passione botanica. Una mania, più che una passione.  Un anno sono state le rose gialle, un altro  le orchidee. Quest’anno vado di agaphantus, agapanti nel linguaggio comune. Peccato che nei miei spazi verdi ce ne sia uno solo, grosso, in vaso, nato da un bulbo che comprai lo scorso anno al festival del giardino al Burg Trausnitz a Landshut. Una soddisfazione minima. Per il 2012 ho già in programma un’aiuola di questi fiori. Intanto  mi delizio con la vista della fioritura in  un giardino a pochi metri da casa.

Invidiando gli  altrui agaphantus (sarà  mica un peccato?),  passo a proporvi l’insalata di oggi. Ancora un’insalata di riso, perché con questo cereale  ci si può davvero divertire a creare mille variazioni in cucina.  E’ proprio quel che si dice “un ingrediente versatile“!  Per la gioia di mio marito (che adora questo formaggio) oggi il riso si sposa con l’Emmental.

Insalata di riso all’Emmental

Per due persone

riso parboiled da insalate 200 g
pomodorini (ciliegia o datterini) 200 g
Emmental 100 g
tomino con  rucola 80 g
10 olive toscane denocciolate
qualche stelo di erba cipollina
origano
olio extravergine di oliva
sale

Lessate il riso in acqua bollente salata secondo il tempo indicato sulla confezione, scolatelo e raffreddatelo sotto un getto di acqua corrente, poi sgocciolatelo bene e mettetelo in un’insalatiera. Conditelo con un cucchiaio di olio. Tagliate a metà i pomodorini e le olive, a cubetti il tomino alla rucola e tritate grossolanamente l’Emmental, poi aggiungete questi ingredienti al riso, insieme all’erba cipollina tagliuzzata. Preparate un’emulsione con due cucchiai di olio, una presa di origano,  una di sale  e un pizzico di peperoncino . Condite l’insalata di riso con la salsina ottenuta e mescolate bene. Mettete in frigorifero per mezz’ora prima di servire.

3 Commenti

  1. Ciao, non mi sento di annoverare excel tra i programmi da bandire solo perchè -parole tue-“non ti applichi a sufficenza”, il fatto è che excel non è un programma adatto al tipo di dati che vuoi inserire, se non ho capito male dati per la compilazione di una guida, non è che Excel non lo possa fare, ma esistono programmi migliori e sempre in casa Gates..un Saluto Andrea

  2. Quando mi vedo davanti a questo programma non so mai cosa fare, per mia fortuna mio marito lo ama ed anzi lo capisce…penso che lo capisce meglio che capisce a me.
    Ma non desisti… la lotta continua!!!:)
    Un bacione
    Lu

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*