La parola del giorno: menta

La vecchia menta spelacchiata

-189

La menta variegata

Menta (s.f.). Ho tre varietà di menta in giardino. Una variegata, una piperita e una comunissima menta forte. Quest’ultima cresce nella stessa cassetta da almeno 15 anni. La piantò mia madre per avere delle foglie da mettere nel tè freddo. Ogni anno in questo periodo dell’anno appare spelacchiata , dopo un bel taglio si  riprende e ritorna vigorosa. Ha resistito a tre traslochi , a mancanza di annaffiature, non è mai stata concimata…Ma tiene duro. Ogni volta che la guardo mi pare di sentire le parole di mia madre, che per almeno 15 anni ha fatto le sue vacanze da noi e ogni anno ripeteva la stessa frase: “questa qui non muore neanche se la si ammazza“. Povera vecchia menta, ora sei  foriera di ricordi, non più solo di aromi…

Semplicissima, ecco l’insalata di oggi. Per noi un must nel vero senso dela parola visto che le piante di cetrioli dell’orto hanno una produzione quasi industriale, anche stamattina  ne ho raccolti cinque. 

Cetrioli alla francese

 

Per due persone

 

2 cetrioli piccoli (o uno grande)

1 cipollotto fresco

un cucchiaio di succo di limone

¼ bicchiere di panna fresca

sale e pepe

 

Lavate i cetrioli, spuntateli, tagliateli a fettine molto sottili (meglio con la mandolina) e metteteli un colapasta cosparsi di sale perché perdano l’acqua di vegetazione. Dopo circa 20 minuti sgocciolateli bene e metteteli in una piccola  insalatiera. Pelate la cipollina e tagliatela ad anelli sottili che unirete ai cetrioli. Condite con il succo di limone, il sale e una spolverata di pepe. Poi aggiungete la panna e mescolate con cura.  Servite come contorno accompagnando con fette di pane tostato.

 

Insalata di cetrioli alla francese

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*