La parola del giorno: esperimenti

Le fragole altoatesine che ho usato oggi

-199

Esperimenti (s.m.).

Finalmente una   giornata intera  in casa, in cui ho potuto dedicarmi a degli  esperimenti. In cucina si intende, mica sono qua a giocare al piccolo chimico. In questi giorni sto lavorando sulle  possibili varianti di condimento per insalate , mantenendo identica la base di foglie. Questo anche per utilizzare lo sproposito di lattuga che c’è nel mio orto (a proposito, l’anno prossimo dovrò pianificare sul serio questa cosa, l’orto di quest’anno da fuori di zucca: mancano le carote , scarseggiano le cipolle, il sedano   e  le carote ma sto affogando tra  altri ortaggi).

Il mio dressing di fragole

Per tutti gli esperimenti ci vuole qualcuno o qualcosa su cui sperimentare, scartati Beamer e Olivia, i miei due cani, perché non sono “cavie” adatte e mi darebbero poche  soddisfazioni , mi sono rifatta sulla  dolce metà, che ha dovuto assaggiare foglie di lattuga tutto il giorno, accompagnate da dressing alla frutta, ai pistacchi, ai formaggi, alle senapi… Devo ammettere che verso sera ha cominciato a dare seni di insofferenza. Comunque a qualche conclusione sono arrivata, anche piuttosto interessante. Va da sé che troverete il risultato dei miei esperimenti su questo blog. Per dovere di cronaca gli esperimenti non hanno riguardato solo i condimenti per lattuga, ma anche per cetrioli. Anche quelli stanno affollando il mio orticello, solo stamattina ne ho colti sei…

 

Uno dei tentativi riguardava un possibile condimento a base di fragole. L’obiettivo era quello di provare  un condimento scarsamente  calorico, fresco e profumato.

 

Dressing di fragole

 

Sciroppo d’acero

fragole 250 g

un cucchiaio di aceto di lamponi

un cucchiaio di olio di noci

un cucchiaio di sciroppo d’acero   

pepe nero

peperoncino in polvere

menta  3 foglie

sale

(con queste dosi preparerete condimento per un’insalata  per 4/5  persone)

 

Pulite le fragole, lavatele , asciugatele, fatele a pezzi e frullatele con un frullatore ad immersione. Aggiungete un cucchiaio di olio di noci, uno di aceto di lamponi, uno di sciroppo d’acero, sale, pepe macinato fresco e mezzo cucchiaino di peperoncino in polvere (meno se non amate il piccante). Miscelate con il frullatore ad immersione, poi  aggiungete la menta tritata finemente e mettete il condimento in  frigorifero per almeno un’ora. Servite su foglie di lattuga o di valerianella o radicchio. Volendo (come ho fatto io) potete arricchire l’insalata con delle fettine di  roastbeef  freddo tagliate a listarelle o di arrosto di tacchino, o di bresaola.

 

Lattuga   e roastbeef con dressing alle fragole

 

 

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*