La parola del giorno: brunch

-210

Chef al lavoro per il brunch

Domenica di pioggia, vento, grandine, rarissimi sprazzi di sole falsamente illusori e…ritmi domenicali. Ah, che piacere impagabile  è il  potersi alzare con lentezza, scendere in cucina per un caffè (grande Nespresso Onirio!) e decidere  con calma cosa fare della giornata. Che piacere  non dover far nulla e,  ipoteticamente, poter far tutto. Visto il tempaccio, con mio marito abbiamo optato per un brunch all’Hotel  Kempiski all’aeroporto: si mangia bene , lo scenario della hall con le sue altissime palme indoor è sempre gradito agli occhi  e quando lo stomaco è pieno basta fare due passi per trovarsi tra una miriade di negozi aperti 365 giorni l’anno.

Hall con palme ALTISSIME!

Tra i tanti sonntagsbrunch della zona quello del Kempinski è uno di quelli che mi piacciono di più: il suo buffet è davvero completo e il servizio ai tavoli è quasi perfetto.
Oggi mi sono viziata con una gran quantità di salmone affumicato, quando è di buona qualità…bisogna approfittarne! Poi caffè, croissant, prosciutto e melone,  frutta, yogurt, pane, burro, marmellate…Insomma: un’abbuffata! Dopo, due passi nel terminal 2 per comprare del buon pane fresco e Corriere e Repubblica, letti poi a casa sul divano, con una tazza di tè Lapsang Souchong in mano,  mentre fuori continuava a infuriare una sorta di bufera d’acqua…

Stasera per rimanere leggeri, solo un’insalata di frutta. Quella che vi propongo qui sotto.

Prima di lasciarvi, due anticipazioni: questa settimana sarò (quindi, saremo insieme) in due templi dell’alta cucina bavarese:a Monaco da Dallmayr e a Aschau im Chiemgau da Heinz Winkler, chef stellatissimo che ha fatto scuola a tanti grandi chef di casa nostra, da Heinz Beck a Chicco Cerea. Troverete i dettagli nelle relative insalaViste.Come si usa dire: stay tuned!

Insalata di pesche al croccante

Per due persone

3 grosse pesche

1 cucchiaio di lamponi

mezzo limone

2 cucchiai di nocciole caramellate (o

un pezzo di croccante di nocciole)

mezzo cucchiaio di zucchero di canna

 

Tritate finemente le nocciole (o il croccante). Pelate le pesche (l’operazione è più facile se si tuffano per un minuto in acqua bollente), poi tagliatene la polpa a pezzetti e dividetele in due coppette individuali insieme ai lamponi sciacquati ed asciugati. Irrorate con il succo di limone e cospargete di zucchero, mescolate bene e lasciate insaporire in frigo per una decina di minuti. Prima di servire,  cospargete l’insalata di pesche con le nocciole croccanti polverizzate.

Insalata di pesche al croccante

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*