La parola del giorno: ospitata

Luca Romeo, giovane chef  medagliato

-213

Ospitata. I miei dizionari non riportano questa parola. Mi sa che è gergo televisivo coniato da Bruno Vespa o qualche altro conduttore di talk show di casa nostra …

Il capolavoro salito sul podio

Anch’io oggi faccio un’ospitata. Ho invitato a venire su questa pagina una persona che me lo ha chiesto. Il suo nome è Luca Romeo ha 18 anni e studia alla Scuola Alberghiera. Anzi, si sta diplomando alla Scuola Alberghiera proprio in queste settimane.  Lo vedete  nella foto sopra.

 Al lavoro accanto ad Alessandro Circiello

Bene, Luca mi ha contattato , tramite l’account Facebook del blog (Alice Nelpaesedelleinsalate), mi ha detto che gli piacciono queste mie pagine e che gli piacerebbe contribuire in qualche modo. Prima di dirgli : «Prego, accomodati» l’ho chiamato e ho chiacchierato un po’ con lui per capire come gli fosse venuta in mente questa cosa. Ho trovato un ragazzo passionale,  simpatico e entusiasta, con una gran voglia di fare,  in cucina. E in cucina in effetti  “sta già facendo” , visto che lavora in un ristorante sul litorale laziale occupandosi di piatti di pesce, dopo altre esperienze nella capitale. Non male per un diciottenne. Membro della Federazione Italiana Cuochi, medaglia di bronzo in esposizione culinaria  agli Internazionali  di Massa Carrara del 2011, e tra i partecipanti ai Mondiali di pasticceria e cucina che si sono tenuti in Lussemburgo lo scorso novembre,  Luca è uno che ha deciso che avrebbe vestito il cappello da chef già a  6 anni. «Più che giocare mi piaceva pasticciare in cucina…».

Allora vada per l’ospitata su queste pagine che hanno avuto il piacere di pubblicare un’intervista con uno degli insegnanti di Luca: Alessandro Circiello, lo chef di Rai Due.

La ricetta di oggi, quindi, è una ricetta dello chef  Luca Romeo, scelta con lui sulla base degli ingredienti che avevo a disposizione (vi ho detto che il mio giardino straborda di ribes rosso?).

Io l’ho preparata, provata (creando un po’ di apprensione al giovane chef), approvata  e fotografata. La leggete qui sotto. Non ci sono dosi…bisogna fare un po’ a occhio, come ho fatto io (Luca, quando sarai uno chef stellato e ti chiederanno una ricetta, ricordati che non tutti hanno la cucina nel dna!).

Prima di lasciarvi, aggiungo il commento di Luca alla ricetta:

Il  piatto è  decisamente gustoso, ottimo per l’estate e piacevole a prima vista per  i suoi giochi cromatici.
Il ribes è  un ottimo frutto per chi ha difficoltà digestive,  problemi epatici e disturbi visivi. Mentre le arance sono una forte risorsa di vitamina C, molto importante anche nella bella stagione.B uon appetito,  e ricordate sempre di mangiare in maniera salutare, cercando gli ingredienti utili  alle vostre esigenze
!”.

 

Per la scelta degli ingredienti siamo partiti da qui…

 

 

 

Insalata di pollo grigliato  con ribes, valerianella e pepe rosa

.
– Pulire il petto di pollo, salarlo leggermente e farlo grigliare in padella, cuocendolo uniformemente.
– Lavare e asciugare la valerianella ( o altra  insalatina) e metterla  in una insalatiera.
– Lavare e asciugare il ribes , tenendolo da parte.
– Pulire le arance e ricavare degli spicchi, (privati della parte bianca).
– Tagliare il pollo a julienne (o come si preferisce).
– Schiacciare qualche chicco di ribes negli spicchi di arance.
– Aggiungere il pollo alla valerianella e  condire con olio extravergine e sale.
– Infine finire di comporre il piatto con le arance, il ribes e il pepe rosa.

 

Insalata di pollo grigliato con  ribes, valerianella  e pepe rosa

 

 

 

 

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*