La parola del giorno: bagagliaio

-236

Il Limburger (puzzolentissimo e delizioso)

Bagagliaio (s.m.). La giornata odierna  si chiude con 804 chilometri dietro di me. Dalla bassa Baviera alla Versilia.
Nell’auto: 1 marito paziente, 2 cani rassegnati a una vita da pendolari a lungo raggio, 2 sedie, 13 libri da leggere (be’, almeno da scorrere, visto che dovrei recensirli), 1 computer, 2 piantine di pomodori, 1 piantina di peperoncino, 4 avocado, 6 panetti di formaggio Limburger , due nuove insalatiere, 4 vasetti di pepe aromatizzato, 3 di spezie miste, 2 buste di semi di ravanelli, 2 forbici da giardino e 1 vaso con un grosso agapanto che fiorirà in estate.
Oltre ai bagagli personali, si intende.

La ricetta di oggi è un quasi classico della cucina lombarda. Me l’ha fatta venire in mente Davide Oldani del D’O di Cornaredo durante l’intervista che gli ho fatto (che sarà postata su questo blog  a giorni). Se cercate un’insalata semplice dal gusto deciso, questa fa per voi.

Insalata di dente di leone con uova

Per due persone

un cespo piccolo di dente di leone (tarassaco)
2 uova
4 piccole patate novelle lesse

olio extravergine di oliva
sale e pepe

Mondate con cura l’insalata, lavatela, asciugatela e tagliatela   a listarelle che metterete in un’insalatiera con le patatine lessate tagliate a metà.Cuocete le uova, 4 minuti dall’ebollizione, raffreddatele sotto l’acqua, sgusciatele e spezzettatele sopra l’insalata. Aggiungete un cucchiaio scarso  di olio evo , una presa di sale, pepe macinato fresco e mescolate bene. Servite subito.

Insalata di dente di leone con uova

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*