La parola del giorno: Sardegna

Gavino Schintu al suo banco al mercato di Landshut

-247

Olio evo San Giuliano  dalla Sardegna

Sardegna . Cos’è e dov’è  lo sapete tutti. Perchè finisce oggi a titolare questo post scritto in Baviera è presto detto. Tutto ha inizio con la mia decisione di andare al mercato nella Neustadt, letteralmente la città nuova, di fatto la seconda via più  antica e più bella del centro di  Landshut (l’altra è   l’Altstadt che vedete nella foto qui accanto).Ogni venerdì mattina qui si tiene il mercato settimanale di frutta, verdura, carne, pesce, formaggi e fiori. Di tanto in tanto ci vado. Stamani, agguerritissima in vista delle insalate da preparare nel fine settimana, ho deciso di farvi un salto. E lì ho incontrato Gavino, che come si deduce dal nome è sardo. Il primo banco che mi sono trovata davanti, infatti, esponeva un tricolore e una cartina della Sardegna. Mi ha incuriosito e ho cominciato a fare domande. Per farla breve: Gavino Schintu, classe 1970, insegnante d’italiano nella bella città in cui vivo e venditore di (buonissimi) prodotti sardi al mercato del venerdì. Gavino vive a Landshut da 12 anni (io da 7) e come me è innamorato del luogo. Ma è anche innamorato della terra da cui proviene. La prima cosa che mi ha detto, quando gli ho chiesto da che parte della Sardegna venisse è: “Sassari, che ha dato all’Italia due presidenti della Repubblica. E che presidenti!“. Simpatico, Gavino. Sono stupita di non aver notato in precedenza il suo banco. Comunue mi avrà come cliente abituale, soprattutto per il pecorino (di 12 tipi, alcuni biologici). Oggi da lui ho comprato degli eccellenti pomodori secchi (già provati!) e della carta musica, che nei prossimi giorni combinerò in un’insalata.

Al mercato ho comprato delle fragole biologiche dolcissime (niente  ache vedere con quelle bellissime ma acquose e insipide  che ammiccano dai banchi della frutta dei supermercati!). Eccole in una semplice ma gustosa:

Insalata di fragole al Marsala
Per due persone

1 cestino di fragole biologiche

mezzo bicchierino di Marsala secco    
2 cucchiai di zucchero di canna
qualche foglia di menta

Pulite le fragole, lavatele in acqua fredda e asciugatele con delicatezza. Tagliatele in  pezzi  e mettetele in una ciotola. Aggiungete il vino Marsala, lo zucchero e mescolate. Mettete la ciotola in frigorifero ricoperta con della pellicola da cucina  per 20  minuti. Al momento di servire decorate con qualche fogliolina di fragole.
Consiglio: volendo potete servire quaesta insalata di fragole con della crema di mascarpone, ottenuta sbattendo con una frusta  100 g. di mascarpone e 1 cucchiaio di zucchero semolato.

Mi trovate su Facebook: Alice Nelpaesedelleinsalate

Insalata di fragole al Marsala

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*