La parola del giorno: facebookeggiare

-287
Facebookeggiare

v.intr. (aus. avere; ind.pres. facebookeggio ecc., fut. facebookeggerò ecc., in inglese To Facebook, Facebooking…). Cazzeggiare su  Facebook.

Neologismo, chiaramente. Facebookeggiare, cazzeggiare su facebook, è diventato il vero sport nazionale. Lo sport che accomuna gran parte degli italiani, ricchi (pochi) e poveri (quasi tutti), dotti e meno dotti, maschietti e femminucce, compaesani del “Trota” o di Masaniello… In genere si facebookeggia meglio nelle ore d’ufficio, ma anche un sabato mattina soleggiato può dare i suoi frutti. Ecco un facebookeggio fresco di giornata (riportato fedelmente ,con gli errori di battitura che rendono unici questo tpo di scambi) :

 

Renato S.  22 motivi per i quali è bello “essere maschi”.

1. Le telefonate non durano più di 60 secondi 2. Basta una piccola valigia per una vacanza di 5 giorni 3. La forma del tuo sedere non ha importanza quando cerchi lavoro 4. Tutti i tuoi orgasmi sono veri 5. Puoi farti una doccia e uscire in meno di 10 minu…ti 6. Non ti devi depilare in nessun posto che sia più basso del tuo mento 7. Riesci a scrivere il tuo nome in giallo sulla neve 8. Puoi indossare una maglietta bianca anche se è bagnata 9. Puoi tranquillamente mangiare una banana in pubblico senza occhiate o risatine 10. Puoi toglierti la maglietta in un giorno molto afoso 11. Il meccanico ti dice la verità 12. Non ti abbatti se nessuno si accorge del tuo nuovo taglio di capelli 13. Ti puoi sedere a gambe aperte senza dover pensare a cosa indossi 14. Capelli grigi e rughe sono un plus 15. Te ne fotti della cellulite 16. Quando parli con qualcuno, lui ti guarda negli occhi e non ti dà continue occhiatine al seno 17. Se la compagna ti parla ininterrottamente per 20 minuti basta che tu risponda “ah ah” ogni 60 secondi 18. Nessuno ci fa caso se a 40 anni sei ancora scapolo, anzi 19. Le scarpe da uomo non fanno venire le vesciche 20. Puoi oscillare tra il trombare, il fare l’Amore e cazzeggiare 21. Puoi indossare pantaloni bianchi tutti i giorni senza preoccuparti eccessivamente 22. Puoi lavorare meno di una donna e guadagnare decisamente di più Mostra tutto

Di: Pietro

A 2 persone piace questo elemento.

Mariangela s.  23.puoi governare un Paese come l’Italia anche se sei un vecchio milionario indecente affetto da satiriasi e manie di onnipotenza.

Mi piace 3 persone

Riccardo L. Voto la 20 

Mi piace 1 persona

Daniela O…… vedi quanto è difficile essere donna !!! … e la 22 ?? !!!

· Mi piace 1 persona

Renato S. ‎@ mariangela secondo me ne trovi altrettanti se non di più per i quali per te è bello essere femmina! grazie al cielo

Alice Nelpaesedelleinsalate  Anch’io sono per la 20, anche se la 23 è una sacrosanta verità

Mi piace 1 persona

Mariangela S. me ne basta uno , di motivo , Renato : essere nata donna !

Mi piace 1 persona

ALICE NELPAESEDELLEINSALATE  Posso aggiungere la  24? Mettere al mondo dei figli e poi disinteressarsene

Mi piace 2 persone

 

RENATO S. ‎@siamo fuchi…

Riccardo L. aggiungo la 25: avere ironia

Renato S. eh no! buciardo! chi ti vuoi allisciare?

Alice Nelpaesedelleinsalate ‎@ Riccardo:, 26 ma non saperla usare

Mi piace 2 persone

Riccardo L. ‎27: non sprecarla

Renato S. ecco, cerchiamo di essere onesti, che non siamo al governo

Alice Nelpaesedelleinsalate ‎@ Riccardo, 27 e 1/2: per abbondare, invece, in permalosità

Mi piace 1 persona

Susanna R. ma dovi li trovi questi link!!!! :0)) ah ah ah !! veramente saggio !

Mi piace 1 persona

Mariangela S. vedo che vi siete soffermati sulla 20..ma non concordo affatto che sia prerogativa maschile..anzi ! Solo che alfemminile andrebbe completata con l’estensione : ” ed essere in condizione di farsi pagare per farlo”.

Riccardo L. Scusate stavo applicando il vantaggio n5 e n6. Non volrevo estraniarmi dalla discussione. Concordo sull’estensione della 20, anche perché smentisce la mia sull’esclusività delll’ironia.

 

Giovanna V. Una mia amica ha postato questa demenzialità stamattina … e mi ha chiesto di commentare … Rispondo la stessa cosa: per noi donne 2 motivi sono più che sufficienti: siamo più vicine al “divino” in quanto creiamo la vita e abbiamo più di una fonte di godimento .. .. :::))) 

Mi piace 1 persona

Francesca F.C.  L’ULTIMA ..E’ la PIU’ CRUDELE e INGIUSTA!!! Del resto poco mi importa, ma lavorare ed essere considerate MENO in tutti i sensi soprattutto quello economico mi sembra proprio da VIGLIACCHI..e queste sono le LEGGI che propongono firmano e approvano gli UOMINI di governo!! Finchè ci sarà disparità su quest’argomento..non si riuscirà ad avere pari opportunità, di conseguenza andremo sempre più allo SFASCIO TOTALE!

Mi piace 1 persona

Giovanna V. Sir Richard, che vedo mai! Ha votato la 20 … se pur vera anche per le donne, accidenti il Suo livello filosficospiritualtrascendentemaisulbasso è oggi ai minimi storici … ::)) Tristemente vera l’ultima …

 

MIRCO  M. Zerto che g’havè bon temp……..

 Mi piace 2 persone

(Saluto i partecipanti a questo piacevole facebookeggio e  ringrazio Renato S. per aver dato il “la”).

Su Facebook gira una quantità impressionante di ricette. Un ‘esagerazione, con molta fuffa. Questa che vi vado a proporre, che ha il vantaggio di essere un gustoso piatto unico che si prepara in pochi minuti, credo  non sia  ancora  presente sul tanto amato social network.


Insalata di ceci, pomodori e olive

 

una scatola di ceci lessati (peso sgocciolato circa 250 g.)

½  pomodoro cuore di bue, ben sodo

12 foglie di rucola

10 olive nere

olio extravergine di oliva

sale

peperoncino in polvere (facoltativo)

 

 

Scolate i ceci dal liquido di conservazione, sciacqua teli sotto il getto dell’acqua, asciugateli e metteteli in un’insalatiera. Mondate la rucola, lavatela, asciugatela e spezzettatela . Lavate il pomodoro, affettatelo finemente , eliminando eventuali semi. Tagliate le olive a rondelle. Aggiungete la rucola, le olive e il pomodoro ai ceci, poi condite il tutto con due cucchiai d’olio evo e una presa di sale. Se amate i sapori  piccanti potete aggiungere un pizzico di peperoncino.

Insalata  di ceci con pomodori e olive

 

 

1 Commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*