La parola del giorno: sette (7)

-293

Sette (num.card.). Tanti erano i gradi indicati oggi alle 15 da un termometro nel centro città. 7° confermava il termometro della macchina. In altre parole: un freddo becco, tenendo conto che l’altro ieri gli stessi strumenti indicavano dai 16° ai 18°. Ma in Genaulandia-o, quanto meno, nella mia Genaulandia -questi sbalzi di temperatura sono all’ordine del  giorno. Nella stessa giornata si passa dal freddo biribisso al caldo bestia, dagli scarponcini alle infradito. Ciò assicura ai Genaulandesi un vantaggio straordinario:  non devono sottostare a quell’odioso rito chiamato cambio di stagione. Negli armadi guardaroba genaulandiesi  convivono tweed e lino, magliette smanicate e giacche a vento. Tutto pronto  ad essere usato in qualsiasi momento. Apri l’anta e acchiappi quello che ti serve, senza dover fare troppe ricerche (“dove diavolo  avrò messo la giacca blu?”). Eta Beta e i produttori di naftalina hanno poca corsa da queste parti.

Insalata di arance al Marsala

Per due persone

3 arance
8 gherigli di noce (in alternativa potete usare un pugno di mandorle a lamelle)
1/2 bicchierino di Marsala

1 cucchiaio di zucchero

Affettate le arance dopo averle sbucciate e pelate al vivo, poi dividete in due ogni fetta. Accomodate le fettine  in due coppette e versatevi sopra il Marsala mescolato con lo zucchero. Mettete le coppette in frigo per 45 minuti . Al momento di servire, cospargete i gherigli di noce tritati grossolanamente sulle fettine d’arancia.

Insalata di arance al Marsala

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*