La parola del giorno: velluto, ma anche volluto

-313

Velluto (s.m.). Secondo il dizionario Sabatini Coletti:
1 Tessuto che presenta, su una delle facce, una peluria corta, molto fitta, morbida, piacevole al tatto e anche alla vista, per i riflessi cangianti: v. di cotone, di lana, di seta; v. rasato, a costine || figg. di v., vellutato, morbido al tatto: guance di v. | camminare sul v., procedere in un’impresa senza incontrare ostacoli né difficoltà | giocare sul v., non rischiare nulla
2 fig. Superficie liscia, morbida come il v.: hai una pelle che è un velluto.

Velluto è anche il personaggio creato da  Silvana D’Angelo e Antonio Marinoni per uno dei più interessanti albi illustrati per ragazzi pubblicati  negli ultimi anni: Velluto.Storia di un ladro,  un  giallo singolare costruito in ambienti misteriosi, tra atmosfere leggere e profumi impercettibili. Un piccolo capolavoro che ho sistemato  sullo scaffale dei  miei libri preferiti.
Di  velluto millerighe rosso  era il copripoltrona dell’Ikea che ho  recentemente venduto su Ebay.de per la bellezza di 80 euro, che poi  ho investito in due vestitini  in  pesante cotone bianco candido  per la stessa comodissima poltrona.

Il   velluto odierno sa di caffè. Conoscendo la mia passione per questa bevanda, per  Natale  i miei figli mi hanno regalato una lussuosa macchina automatica per poterlo preparare (buono) dovendo solo premere  un tasto. Idea stupenda. Basta prendere una capsula, infilarla nel posto giusto, premere e…il gioco è fatto , il lusso sta proprio in questa semplicità d’uso. Un espresso cremosissimo o un delicato caffè lungo in  un attimo  riempiono la mia tazza (il cappuccino lo lascio fare agli altri, non rientra tra le mie preferenze).
Oggi si è posto il problema di ricostituire la riserva di capsule che mi è stata fornita insieme alla macchina. La mia preferenza va per Volluto, il blend tanto abilmente  pubblicizzato da George Clooney e John Malkovich . Aroma non  aggressivo, rotondo e profumato  al punto giusto. Insomma, un velluto fatto caffè. Pensando di poterle trovare dappertutto, mi sono messa al telefono per capire dove andare a colpo sicuro per comprarle. Prima chiamata: Esselunga di Viareggio, “no, noi non le teniamo, chiami dove ha comprato la macchina”. Seconda chiamata: Ipermercato, “no,niente capsule,  noi teniamo solo le macchine“. Terza chiamata: Mercatone Uno di Lucca, stessa risposta. Via via passo tutti i punti vendita  nelle mie vicinanze indicati dal sito internet Nespresso (sciccosissimo ma impossibile, per navigarci sopra ci vuole un microscopio elettronico), finchè una gentile interlocutrice mi dice”ma non glielo hanno detto, signora, quando ha comprato la macchina? Le capsule si ordinano solo all’azienda, online o per telefono. 24 ore al giorno. Oppure deve andare in una delle boutique in giro per l’Italia, ma sono poche“.  Fine di un sogno. Sono nelle mani di una multinazionale che mi costringerà a sottostare  ai suoi tempi di consegna e ai suoi quantitativi minimi richiesti  per gli ordini  (almeno 50 capsule per volta , a quanto pare) per poter assaporare l’aroma del velluto/volluto che amo di più in questo periodo. Per essere precisi: 35 centesimi a capsula più le spese di spedizione.

Senza sorprese è la preparazione dell’insalata di oggi, semplice e gustosissima, che è stata gradita da tutta la famglia, senza eccezioni.

Insalata di patate e puntarelle

Per due persone 

patate 300 g

puntarelle 200 g

1 spicchio d’aglio

qualche foglia di basilico

10 olive nere denocciolate

olio extravergine di oliva

aceto di vino bianco stravecchio

sale e pepe

Lavate le patate e lessatele in acqua salata per 35 minuti circa. Poi lasciatele raffreddare, pelatele e tagliatele a pezzettoni. Pulite e lavate le puntarelle, asciugatele e tagliatele  a listarelle per il lungo. Mettetele in un’insalatiera insieme alle patate e alle olive. Frullate  delicatamente  le foglie di basilico con  il sale, tre cucchiai d’olio evo e uno di aceto. Versate il condimento sull’insalata e aggiungete una spolverata di pepe macinato fresco. Mescolate e servite.

 

Insalata di patate e puntarelle

1 Commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*